Connect with us

CALCIO

Il calcio chiede ristori allo Stato ma spende decine di milioni per giocatori, allenatori e procuratori [L’opionione di Maurizio Pistocchi]

luigi de siervo serie a

Il calcio chiede ristori allo Stato ma spende decine di milioni per giocatori, allenatori e procuratori

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A, lunedì scorso ha chiesto ristori per il movimento calcio, paragonando la condizione della Serie A a quella della Francia, mettendosi nelle condizioni di chi sta subendo un torto, incolpando lo stato di non aiutare il mondo del calcio in questo momento di pandemia.

“Il calcio – ha affermato De Siervo –  è una delle principali 10 industrie italiane: appassiona oltre 32 milioni di persone e dà lavoro a più di 300mila. Sono numeri che meritano considerazione e rispetto da parte del governo”. 

Luigi De Siervo, amministratore delegato Lega Serie A
YouTube player

Nel giro di pochi giorni però la Juventus ha concluso l’accordo Vlahovic con la Fiorentina, per 75 milioni di euro, senza dimenticare i 18 milioni di commissioni ai procuratori, l’Inter ha invece chiuso l’affare Gosens.

Insomma il calcio nel giro di poche ore il calcio è passato dall’essere indigente a molto ricco con una serie di colpi incredibili: un calcio che avrebbe diritto di avere un aiuto da parte dello stato ma che non dovrebbe fare la cicala quando la pandemia ha portato l’inverno.

More in CALCIO