Connect with us

Tennis

Coppa Davis, Berrettini out, Sinner: “Daremo il 100%”

La Coppa Davis parte il prossimo 25 novembre, ma l’Italia dovrà fare a meno di Matteo Berrettini. Il n. 7 al mondo, dopo il sofferto ritiro dalle Finals di Torino a causa di un infortunio agli addominali, ha comunicato anche la rinuncia a rappresentare i colori azzurri nel torneo per nazioni. Una scelta sofferta per il campione romano, annunciata con un lungo post su Instagram, in cui non sono mancate parole di sostegno ai suoi compagni di team. “La nostra squadra è una delle più forti mai schierate e sono sicuro che porterà molto in alto i colori della nostra bandiera”.

Sinner guida il quintetto italiano

Il quintetto italiano, anche senza il suo numero 1, conta in effetti nomi importanti. A cominciare da Jannik Sinner, che ha sostituito proprio Berrettini nelle Finals, dove ha battuto Hurkacz e disputato un combattutissimo match contro Medvedev, riconquistando un posto in Top 10.
“Non vedo l’ora di giocare per l’Italia, voglio dare il massimo per la squadra, per farne parte e vincere per il nostro paese. Speriamo di riuscirci, ma di una cosa possiamo essere sicuri: daremo il 100%” ha dichiarato nei giorni scorsi il giovane altoatesino. “Sarà tosta, ma non ci sono tanti paesi che hanno un gruppo come il nostro, una squadra incredibile in cui ognuno vuole far bene.”
Oltre a lui, il quintetto italiano, capitanato da Filippo Volandri, schiererà Lorenzo Sonego, Fabio Fognini, Lorenzo Musetti e Simone Bolelli.

Coppa Davis, il calendario dell’Italia

La squadra azzurra è inserita nel gruppo E, che giocherà a Torino. Debutto in programma il 26 novembre, contro gli Stati Uniti di Tiafoe, Isner e Opelka. Il giorno dopo sarà invece il turno della sfida alla Colombia capitanata da Falla, che affronterà gli USA il 28.
Sempre nel capoluogo piemontese la prima classificata del girone dovrà vedersela, il 29, con la vincente del raggruppamento D, che comprende Croazia, Australia e Ungheria. La fase finale si svolgerà invece a Madrid dal 3 al 5 dicembre.
L’Italia ha sicuramente buone chance di arrivare molto avanti nella competizione, viste anche le pesanti assenze di Nadal per la Spagna e Zverev nella Germania. Gli iberici sono comunque tra i favoriti per la vittoria finale, ma con l’handicap di avere nel proprio girone la fortissima Russia di Medvedev, Rublev e Karatsev. Senza dimenticare la Serbia, che sarà guidata dal n. 1 al mondo, Novak Djokovic.

Mi piace lo sport, ma scrivo soprattutto di tennis e di basket.

More in Tennis