Connect with us

CALCIO

La classifica dei migliori marcatori di Serie A dopo sei giornate

All’alba della settima giornata del nostro campionato, è arrivato il momento di tirare un po’ le somme di quella che è la classifica dei migliori marcatori di Serie A.

Come vedremo, ci sono alcune conferme, ma anche alcune sorprese, soprattutto alcuni giocatori che stanno rendendo molto bene, anche meglio del previsto.

Nessuna sorpresa in vetta alla classifica

Il primo posto è sicuramente quello meno sorprendente. A guidare la classifica marcatori c’è ancora una volta Ciro Immobile, che ha già totalizzato sei reti in sei partite, di cui due su rigore. L’attaccante della nostra nazionale, come molti ricorderanno, ha già vinto più volte questa classifica, aggiundicandosi anche in un’occasione la Scarpa d’Oro e eguagliando il record di Higuain di trentasei gol in una singola Serie A.

A seguirlo, vi è Edin Dzeko. Potremmo dire che anche Dzeko non è una sorpresa, tuttavia è arrivato a Milano dopo la rottura con la Roma e soprattutto con il difficile compito di sostituire Lukaku. Arrivati a questo punto della stagione, anche se è ancora molto presto, possiamo sicuramente affermare che i numeri dicono che sta facendo molto bene in questa nuova avventura.

Migliori marcatori Serie A: il gruppone dei quattro gol

Sono poi tantissimi i giocatori fermi a quota quattro gol, comunque parecchi considerando che quelli che non hanno saltato nemmeno una partita ne hanno giocate sei.

La grande sorpresa è Destro. L’attaccante del Genoa, dopo un ottimo finale di stagione, è ripartito alla grande. Ha giocato solamente quattro partite, ma ha segnato anche altrettanti gol!

Altra sorpresa è anche Jordan Veretout. Il centrocampista francese ha già realizzato ben quattro gol e al momento è il miglior marcatore della Roma.

Chi si conferma tra i top attaccanti del nostro campionato è invece Joao Pedro. Anche l’attaccante del Cagliari è a quota quattro, confermando ancora una volta di essere un grande trascinatore.

Chi sta trovando maggiore continuità realizzativa rispetto alle passate stagioni è Lautaro, ma guardando anche l’anno passato possiamo citare anche Osimhen. Sono loro due a rientrare nel groppone dei quattro gol pur avendo giocato solamente cinque partite. Questi sono giocatori che se continueranno con questa continuità potranno diventare davvero decisivi per decidere i piazzamenti nelle zone alte della classifica.

More in CALCIO