Connect with us

CALCIO

Talenti in Serie B: i giocatori più pagati

Nonostante la crisi economica che ha colpito il calcio, in questa stagione le squadre di serie B non sono state particolarmente parsimoniose riguardo al monte ingaggi, soprattutto rispetto ai giocatori più pagati. La cifra destinata agli stipendi nella serie cadetta ammonta infatti a circa 221 milioni di euro, con un incremento del 22% rispetto allo scorso campionato. Ci sono però ovvie differenze tra i compensi medi e quelli incassati dai Paperoni della categoria.

I giocatori più pagati della B

Se guardiamo ai minimi retributivi, infatti, l’ingaggio di un calciatore di B parte da 28.783 euro lordi. Cifra che scende a poco più di 21.000 in caso di primo contratto o fino al ventitreesimo anno di età, e addirittura a meno di 16.000 per chi non ha ancora compiuto i 19 anni.
Numeri ben lontani da quelli delle star coi compensi più alti. In vetta alla classifica, prevedibilmente, troviamo Gianluigi Buffon, con un contratto da circa 2 milioni di euro all’anno. Il portiere del Parma non è però l’unico tra i ducali a vantare uno stipendio monstre. Precede infatti di poco il compagno di spogliatoio Roberto Inglese, che ha un ingaggio da 1,7 milioni. Cifra molto vicina a quella destinata al bomber del Benevento Gianluca Lapadula, al terzo gradino del podio.

Monte ingaggi, dal Parma spendaccione al virtuoso Cittadella

Non sorprende, visti questi dati, scoprire che il Parma è la squadra col monte ingaggi più alto della serie B. Ben 32,5 milioni di euro tra parte fissa e potenziali bonus, un investimento importante che per ora non sembra però aver pagato. Al momento, infatti, i ragazzi di Iachini sono solo quindicesimi in classifica, ben lontani dalla zona playoff.
Va meglio a Monza e Benevento, che seguono i crociati tra i club più “spendaccioni” (con 21,3 e 17 milioni di spese per gli stipendi, rispettivamente), in lotta per il terzo posto col Lecce, che ai compensi destina circa 11 milioni e mezzo. Esattamente come il Brescia, che è secondo in campionato dietro il Pisa, in vetta alla B nonostante abbia, con 9 milioni, solo il dodicesimo monte ingaggi della categoria.
Il premio per il miglior rapporto tra stipendi e risultati spetta comunque al Cittadella. I granata, negli ultimi anni abbonati ai playoff, sono anche in questa stagione in corsa per la promozione in A. E questo pur essendo la società economicamente più virtuosa della serie cadetta: per le retribuzioni dei giocatori spende infatti appena 3,1 milioni di euro, meno di tutte le altre rivali.

More in CALCIO